Piscine gonfiabili a confronto: le migliori in assoluto del 2020, caratteristiche indispensabili

Le piscine gonfiabili sono soluzioni alternative importanti a quelle situazioni in cui è impossibile recarsi al mare e trascorrere del tempo a rilassarsi durante la stagione estiva. Quando fa molto caldo è difficile trovare delle attività che siano in linea con le alte temperature. Le piscine gonfiabili in commercio sono di diverso tipo. Ci sono moltissimi modelli da poter scegliere, diverse dimensioni, forme e soprattutto strutture diverse, realizzate in materiali misti fra il PVC gonfiabile e i materiali più robusti come metalli e acciaio.

 

Come scegliere una piscina gonfiabile ?

Se volete una piscina semplice da montare dovrete sicuramente optare per una piscina gonfiabile oppure una autoportante ma comunque gonfiabile. Per questo genere di piscine, in commercio si vendono kit appositamente assemblati per poter installare comodamente le piscine. Prima di procedere al montaggio bisogna livellare la superficie e sceglierne uno omogeneo, eliminando tutti i detriti e i ramoscelli. Eventualmente è bene anche aggiungere uno spesso strato di sabbia per rendere la base più morbida. In mancanza di sabbia potete anche stendere un tappeto morbido. In questo modo qualsiasi urto verrà ben attutito e se la piscina è abbastanza grande da permettere dei tuffi anche da trampolino, il fondo sarà in grado di ricevere la pressione dell’acqua e delle persone che si muoveranno all’interno.

Per montarla bisognerà soltanto dispiegare la piscina, gonfiarla e riempirla d’acqua. Se la piscina è realizzata in materiali misti fra plastica gonfiabile e parti in metallo, bisognerà montare anche queste strutture che serviranno a rendere la vasca più stabile e robusta. Aggiungendo anche un sistema di filtrazione la piscina sarà subito pronta per essere utilizzata.

Dimensione delle piscine gonfiabili

Le dimensioni delle piscine gonfiabili variano moltissimo in base alla destinazione d’uso. Per prima cosa occorre non esagerare con le manie di grandezza e valutare prima lo spazio a disposizione. Se si hanno dei bambini piccoli in casa è bene delimitare lo spazio circostante e prendere precauzioni: questo spazio non dovrebbe mai essere troppo gremito di strutture vicine, alberi o oggetti che possono rompere il PVC gonfiabile.

Possiamo scegliere fra il PVC armato e la plastica in vinile che è più sottile e generalmente indicata per le piscine gonfiabili più piccole.  La qualità dei materiali sono pressoché identiche ma naturalmente il PVC armato è più robusto e quindi maggiormente indicato per le vasche di notevoli dimensioni.
Noi consigliamo comunque di optare per questo genere di plastica soprattutto se si tratta di vasche destinate ai bambini oppure formato famiglia. Nello scegliere la dimensione della piscina occorre valutare anche la manutenzione necessaria: più la piscina è grande e profonda, maggiore sarà la cura e l’impegno da dedicare a queste vasche. Bisognerà quindi per queste vasche munirsi di soluzioni a base di cloro, di retino e skimmer per pulire la superficie dell’acqua.

Piscina gonfiabile o piscina tubolare?

Se desideriamo una piscina grande, semplice da montare, rapida da smontare sicuramente la piscina gonfiabile tubolare è la soluzione più adatta. Il montaggio di queste piscine è molto semplice. Basta assicurarsi che il terreno non sia in pendenza. Per quanto riguarda la sicurezza e la manutenzione possiamo stare tranquilli perché sono procedure identiche a quelle che necessitano le piscine gonfiabili semplici. la piscina tubolare ha una struttura in tubi d’acciaio e un telo di PVC. Si tratta di piscine semplici ma al contempo resistenti e stabili, molto di più delle piscine gonfiabili semplici. La struttura tubolare è adatta a qualsiasi genere di ambiente, giardino o superficie. E’ un modello adatto a coloro che cercano una vasca stabile e più resistente. Queste piscine sono disponibili in varie forme e dimensioni, anche se le più diffuse sono di forma ovale, rotonde e rettangolari.

Piscine gonfiabili per bambini

Un tipo di piscina molto apprezzato dalla maggior parte degli utenti è la piscina gonfiabile per bambini. In genere questo modello ha una dimensione ridotta ed una forma tonda, al massimo ovale. raramente si trovano piscine gonfiabili a forma tonda e con una parte integrata di gonfiabile a forma di animali oppure con scivoli gonfiabili. Questi modelli sono per lo più rientranti nella categoria piscine per ragazzi perché hanno un grado di pericolosità più elevato e comunque non adatto ai più piccini.

Le piscine gonfiabili per i bambini sono caratterizzate da un’altezza minima e quindi sono poco profonde. Nella scelta di una piscina del genere è bene valutare la resistenza dei materiali soprattutto se si tratta di piscine abbastanza grandi che stanno a contatto con la natura; oltre al fatto di dover possedere un fondo antiscivolo che possa attutire eventuali cadute ma principalmente evitarli.

Le piscine per i più piccoli sono raramente realizzate in PVC in quanto prevale per lo più la plastica vinilica; si montano in pochissimo tempo e si gonfiano tramite pompe manuali oppure elettriche. Se desiderate piscine da poter trasportare e custodire ogni volta al momento, vi consigliamo di optare per quelle interamente gonfiabili che non riportano quindi parti in acciaio o in metallo. Per custodirle al meglio poi vi consigliamo sempre una buona custodia da acquistare a parte o ricercare nello stesso kit della piscina al momento dell’acquisto.

Piscine gonfiabili per adulti

Le piscine gonfiabili per adulti rispetto a quelle per bambino sono notevolmente più grandi e possono essere di forma rettangolare, quadrata, pentagonale oppure ovale. La scelta della forma dipende strettamente dai propri gusti personali e dall’utilizzo che si vuole dare alla piscina. In genere si preferiscono le forme squadrate per lo sport mentre quelle ovali e rotonde sono maggiormente indicate per il relax.

Le piscine per adulti sono grandi e profonde. Possono essere arricchite di gonfiabili che risultano comodi sia per i bambini che per gli adulti. Possono inoltre avere delle scalette esterne ed interne che consentono l’accesso e l’uscita agevole dalla vasca, ma anche trampolini e poltroncine integrate oltre ad altri accessori di piccola e media importanza come i filtri, i pulitori della superficie dell’acqua e i vari cuscini e piani d’appoggio per gli aperitivi.

Piscine gonfiabili e autoportanti

Le piscine gonfiabili possono anche essere autoportanti e cioè avere una struttura più stabile e robusta all’esterno. Un esempio classico di piscina gonfiabile autoportante è quella che prevede una parte della struttura in PVC multistrato e l’altra ( in genere il bordo superiore) in un lungo e ampio  tubo circolare gonfiabile. Si tratta sempre di PVC multistrato che viene gonfiato obbligatoriamente con pompe elettroniche, in quanto quelle manuali non potrebbero fornire la stessa pressione. Le piscine autoportanti hanno una valenza fissa o comunque semi fissa: questo significa che se desiderate una piscina che duri almeno 3/4 mesi o che comunque potete utilizzare ogni anno senza dover procedere ad ogni fine stagione alla rimozione della piscina, questo modello di piscina gonfiabile è quello che fa per voi. Una volta montato ed installato potete coprire la superficie con un telo impermeabile oppure con un coperchio.

Fra le varie tipologie di piscine gonfiabili, ci sono anche quelle che prevedono una struttura di protezione esterna realizzata in legno oppure in acciaio. Queste sono sicuramente le soluzioni più stabili e meno pericolose sia per i bambini che per gli adulti; con queste il pericolo della foratura è quasi zero e non richiedono l’utilizzo del kit di riparazione. Anche dal punto di vista estetico poi sono più belle da vedere ed hanno un potere arredante decisamente maggiore.


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Migliori Piscine Gonfiabili