Piscine gonfiabili o in legno? Confronto, dettagli

Scegliere una piscina fuori terra è sicuramente l’opzione giusta per tutti coloro che sono alla ricerca di momenti di puro relax a casa propria. naturalmente occorre fare attenzione ai prezzi e saper fare la scelta giusta fra le varie tipologie di piscine fuori terra. Spesso si ha un grande dubbio al riguardo: piscine gonfiabili oppure in legno? Quale delle due soluzioni è quella vincente e che fa al caso proprio? Naturalmente le piscine gonfiabili possono essere molto meno care rispetto a quelle in legno, ma tutto dipende dalla scelta di alcuni dettagli. L’installazione di una piscina in legno fuori terra può anche essere meno costosa della piscina gonfiabile e non bisogna meravigliarsi di questo. In linea generale possiamo dire che comunque sia una piscina in legno che una gonfiabile ci eviterà l’onere dei permessi amministrativi invece essenziali in caso di installazione di piscine interrate.

Prima di passare a descrivere la situazione e l’ambientazione adatta all’uno o all’altro modello, è bene fare riferimento all’architettura della propria casa e al paesaggio poiché oltre alle proprie personali esigenze di tipo funzionale, il legno sarà uno di quegli aspetti che arrederà di molto il nostro giardino o il terrazzo, a seconda di quello che scegliamo. Esistono fortunatamente moltissime soluzioni anche molto gradevoli e versatili da sfruttare, che permettono di risparmiare notevolmente e di ottenere uno spettacolo visivo di gran lunga più piacevole e armonioso di qualsiasi altra soluzione arrangiata al solo scopo di rendere fruibile uno spazio così tanto per crearne uno. Nessuno di noi vorrebbe vedere la propria casa mal curata e per fortuna si può ottenere eleganza e combinare a questa la giusta funzionalità senza rinunciare a nulla o spendere fior di quattrini.

Partendo proprio dalle piscine in legno, ricordiamo che esistono le vere e proprie piscine in legno e le piscine rivestite in legno, ossia con pannelli di legno. Vediamo la differenza.

 

Piscine in legno

Le piscine in legno sono molto delicate ed eleganti. In genere sono realizzate di legno di pino molto resistente sia alle intemperie che ai parassiti; proprio per questo queste piscine possono stare all’aperto perché resistono bene anche alla pioggia senza rovinarsi. Il legno con cui vengono fatte di solito le vasche è un legno che resiste bene anche all’azione del coloro che viene utilizzato per igienizzare l’acqua e alle soluzioni anti alghe, che possono bene o male venire comunque in contatto con il legno che riveste la piscina. Naturalmente stiamo parlando di un elemento naturale e di una struttura che comunque è delicata e per questo va effettuata una manutenzione periodica per mantenerne la bellezza estetica.

Si possono decidere varie tipologie di trattamento da eseguire: sicuramente una di queste è quella che prevede la colorazione e la verniciatura oppure la rigenerazione per ottenere colori più chiari o più scuri che quindi ridonano vitalità al legno una volta che questo passato diverso tempo, appare spento e deteriorato.  Per la loro installazione basta munirsi di kit e seguire le istruzioni: il montaggio è comunque molto semplice. E’ sufficiente prendere come unica precauzione quella di scegliere un terreno livellato bene.
Per scegliere la piscina in legno migliore vi consigliamo di optare per un legno certificato PEFC che sia di origine ecosostenibile per la preservazione del patrimonio naturale delle foreste europee.

Piscine rivestite in legno

Oltre alla piscina in legno, possiamo poi trovare la piscina rivestita in legno ossia fatta di pannelli di legno all’esterno ma all’interno hanno una struttura in acciaio oppure in morbido PVC. Il rivestimento è quindi una tecnica estetica, una via per donare alla piscina un effetto diverso da quello plastico o metallico che sicuramente è meno bello da vedere rispetto alle piscine in legno. Queste piscine non sono progettate completamente in legno ma presentano una struttura in acciaio oppure in PVC morbido, che viene rivestita con pannelli in legno. L’effetto finale risulta più semplice ma non per questo meno elegante. Non è necessario per le piscine rivestite in legno alcun lavoro di tipo edilizio, quindi se per le prime tipologie abbiamo detto che il tempo da impiegare è minimo, per questo lo è ancor meno. Economicamente si tratta di una soluzione più conveniente ma comunque la piscina di questo tipo va trattata come qualsiasi altra piscina a livello di pulizia e di manutenzione.

Piscine gonfiabili

Se l’estetica e il design naturale, un po’ selvaggio non è propriamente la vostra priorità quanto lo è invece l’esigenza di creare un ambiente favorevole al relax e al divertimento, allora dovreste optare per una piscina gonfiabile. Questa soluzione inoltre è la più congrua nel caso in cui non vogliate una piscina fissa ma preferite una piscina che dopo 3-5 mesi possa essere smontata a dovere e riposta. Se in giardino non volete la piscina e non avete tempo e voglia di occupare il terreno e di fare manutenzione, la piscina gonfiabile è proprio ciò che fa per voi.

In commercio se ne trovano di diverse tipologie, dimensioni e forme. Ognuna di esse è valida per una determinata fascia di utenti. In genere se la piscina verrà utilizzata da bambini è bene optare per una piscina medio grande, che non sia troppo profonda e che rispetti l‘altezza e le capacità psico-motorie dei piccoli. Per questa determinata fascia di utenti è bene controllare anche che il fondo della piscina sia anti scivolo e che il PVC sia abbastanza robusto da non creare il rischio di rottura o fori.

Materiali delle piscine gonfiabili

Oltre al rischio delle forature, non bisogna dimenticare che le plastiche della piscina possono essere scolorite dal sole e con il tempo diventare sempre più sottili. In questo modo diventano poi anche molto meno resistenti venendo meno la resistenza e il fattore protezione. Per le piscine piccole si possono scegliere modelli in plastica vinilica e procurarsi magari delle toppe oppure dei kit di riparazione. Se l’utilizzo è prettamente sfruttato al caldo estivo, consigliamo di utilizzare un luogo asciutto e fresco per coprire la piscina per far si che la plastica non si rovini prima del tempo.  Scegliete poi prodotti che riportano il marchio CE di sicurezza in modo da stare sicuri sul fatto che il contatto con il sole non faccia sprigionare sostanze tossiche.


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Migliori Piscine Gonfiabili