Piscinette gonfiabili per bambini: migliori prodotti di Ottobre 2020, prezzi, recensioni

Tutti sanno quanto è importante fare dei bagni durante la stagione estiva. Ma spesso questa condizione è difficile da creare perché si abita lontano dal mare e perché non si è economicamente predisposti a fare vacanze. Proprio per questo moltissime persone optano per le piscine gonfiabili soprattutto per i bambini. I più piccoli infatti sono coloro che hanno maggiormente bisogno di esprimersi, crescere, divertirsi e prendere il sole che fa bene alla sintesi della vitamina D. Cosa c’ di meglio quindi di regalare ai propri piccoli una bella piscinetta gonfiabile da utilizzare direttamente a casa e con la quale giocare insieme ad alti bambini? Il contatto con l’acqua, come consigliato anche dagli esperti, è fondamentale già dai primissimi mesi di età. Per cui non aspettate troppo e se state pensando di acquistare la piscina quando vostro figlio sarà più grande, non esitate ancora e fatelo adesso.

In questo articolo, vi mostreremo una guida pratica su come scegliere la migliore piscina gonfiabile per i più piccini; tutte le caratteristiche fondamentali e i criteri d’acquisto più importanti. Se non avete ancora mai acquistato una piscinetta infatti potreste avere molti dubbi al riguardo. Per scegliere al meglio occorre trovare quella che più di tutte risponde alle vostre personali esigenze e quelle dei vostri bambini. In commercio ci sono diverse dimensioni da scegliere quindi in base allo spazio disponibile; di varie fasce di prezzo e diversi materiali oltre che di diverso tipo di accessori.

 

Tipologie di piscine per i bambini

Innanzitutto è opportuno sottolineare che le piscine per bambini si distinguono dalle altre per essere generalmente più piccole e colorate. Esistono piscine interrate e piscine fuori dal pavimento. La piscina interrata è quella che viene costruita in una struttura prefabbricata come il vetroresina oppure l’acciaio. Sono piscine più costose che richiedono per altro dei permessi per poter essere costruite. In genere i genitori che cercano soluzioni stabili e che hanno uno spazio abbastanza ampio da predisporre, scelgono questo genere di piscine non badando a spese.

  • Gonfiabili

Ma se siete nella categoria di persone che preferiscono acquistare qualcosa di più pratico ed economico senza per questo portare i piccoli a rinunciare al divertimento, allora vi conviene optare per le piscine gonfiabili che rappresentano comunque il sogno di tutti i piccoli e che possono essere inoltre arricchite di disegni e decorazioni. Le piscine di questo tipo sono fra l’altro più versatili, e le si può posizionare un po’ ovunque, trasportarle in valigia e portarle in vacanza. Insomma una versatilità che certamente la piscina interrata non offre.

La piscina gonfiabile in genere è più piccola e può essere usata anche dai più piccini, anche di pochi mesi se accompagnati dai genitori. La piscina è infatti più sicura di quanto si pensa e se la si usa sin da subito è meno probabile che il piccolo tendi ad affogare.

Le dimensioni della piscinetta gonfiabile fuori dal pavimento sono tali da non costringere la mamma o il papà allo svuotamento continuo. E’ la soluzione più pratica, meno impegnativa ed economica in assoluto. Può essere sgonfiata e riposta in un luogo asciutto durante l’inverno e tutto il tempo dell’inutilizzo, magari grazie all’ausilio di una custodia. Le piscinette di questo tipo se ben conservate e di ottima qualità, assicurano una lunga durata nel tempo.

Dove poggiare la piscinetta per bambini naturalmente si parla di bambini ed è necessario assicurarsi di trovare un luogo sicuro, lontano da pericoli e che abbia la possibilità di mettere al di fuori dei bordi della piscinetta delle spugne o asciugamani o ancora tappetini anti scivolo per permettere ai piccoli di uscire dalla piscina e non incorrere nel rischio di farsi male.  Un altro aspetto fondamentale è verificare che il terreno dove si poggia la piscinetta sia stabile, livellato e omogeneo e che non presenti una dispersione di oggetti appuntiti e pericolosi nelle vicinanze che possano sgonfiare la piscina forandone il PVC.

Manutenzione della piscina gonfiabile per bambini

Trattandosi di una piscinetta gonfiabile che non possiede filtro, a meno che non si tratti di quelle enormi, bisogna aggiungere all’acqua delle soluzioni a base di cloro e di anti alghe. Questo aspetto è importantissimo per evitare che i bambini prendano funghi e batteri oltre che importanti infezioni alla pelle. Ogni giorno è consigliato controllare il livello di Ph. Se vi trovate in zone di campagna è bene evitare l’utilizzo di acqua di pozzo poiché questa è più ricca di batteri e di calcare oltre che di residui ferrosi che i bambini farebbero bene a non ingerire. E’ consigliato svuotare le piscinette dopo un utilizzo di 4-5 ore. Inoltre, maggiore è il numero dei bambini che frequentano la piscina in quel momento, maggiore è l’accortezza e l’impegno che si deve impiegare nella pulizia della piscinetta.

Dopo averla svuotata sarebbe opportuno, soprattutto se i bambini hanno giocato con accessori e hanno mangiato e bevuto durante e prima l’utilizzo nella piscinetta, utilizzare dei detergenti sempre a base di cloro o anti batterici per eliminare eventuali residui di sporco. Se la piscina deve essere riutilizzata il giorno dopo, si può anche evitare di sgonfiarla e riporla sotto sopra in un luogo asciutto per far si che si asciughi completamente e che polvere e detriti non ne sporchino l’interno. Per questo è bene anche acquistare una copertura di media grandezza per coprire la piscina e proteggerla da qualsiasi agente esterno.

Ricordiamoci di gonfiare la piscina ogni tre o quattro giorni perché sebbene non siano presenti fori, è normale che la piscina perda un po’ di aria.

La piscina adatta al tipo di bambino

Al momento dell’acquisto ci sono dei criteri di scelta indispensabili da valutare prima di buttarsi a capofitto verso un determinato genere di piscina. Innanzitutto l’età del piccolo. In commercio per fortuna esistono ante dimensioni e tante altezze differenti che rispondono ad ogni richiesta genitoriale e ad ogni esigenza dei più piccoli. La pisciona rappresenta un diversivo anche per i più grandicelli che magari trascorrono molte ore davanti agli schermi, poiché l’acqua e il contatto con questa piace in modo particolare a tutti. Inoltre nella piscina è possibile sviluppare diverse capacità motorie e psicomotorie come il coordinamento, la forza, i riflessi e imparare a nuotare, acquisendo sempre più autostima.

Se i nostri bambini hanno la possibilità di condividere questo gioco con altri bambini, dovremmo optare per una dimensione poco più grande rispetto a quella che accoglierebbe esclusivamente il proprio piccolo. Solo così daremo la possibilità a 360° di giocare e sviluppare il senso di condivisione e di amicizia insito in ogni bambino.

Una buona scelta si basa anche sulla possibilità di aggiungere alla piscina degli accessori, come i canestri, palloni, trampolini e superfici di appoggio dove giocare magari con i giochi tradizionali.

Marche delle piscine gonfiabili per i bambini

La marca è un altro fattore importantissimo poiché ne decreta la qualità. Online e in particolare su Amazon, è facilissimo trovare prodotti di qualità che offrono materiali sicuri e garanzia post vendita oltre che assistenza. Inoltre acquistare online ci da l’opportunità altrimenti impossibile, di leggere recensioni da parte di altri utenti che hanno già acquistato e farci un’idea concreta su ogni prodotto. Fra le marche che ci sentiamo di dover citare ci sono sicuramente la Bestway, Intex, Aksport. I prezzi di queste naturalmente variano in base alla dimensione e all’altezza oltre che al marchio di produzione; ma si tratta comunque di costi abbordabili che oscillano fra i 15 e i 50 euro.


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Migliori Piscine Gonfiabili